“Umbria maglia nera” la protesta contro i ritardi sui vaccini

“Umbria maglia nera” la protesta contro i ritardi sui vaccini

215

Ieri si è aperta la pre-adesione per la fascia di età 60-69 anni per ricevere il vaccino contro il Covid-19. I cittadini hanno lasciato i propri dati ma non hanno ricevuto una data precisa, saranno contattati in seguito.

A differenza del Giro d’Italia, la vaccinazione dei cittadini under 70 in Umbria non è ancora partita” questo lo slogan. La cosiddetta “Corsa rosa“, è già transitato per l’Umbria in due tappe in questa edizione, ieri l’arrivo era fissato Foligno; mercoledì 19 maggio si partirà da Perugia in direzione Montalcino per un’attesissima tappa, la più interessante di questa seconda metà della corsa.

Proprio Perugia e la tappa di domani saranno il luogo della protesta dei cittadini umbri che rimproverano ritardi: indosseranno una maglia nera per sottolineare come l’Umbria è indietro soprattutto con questa fascia d’età.

La maglia nera dal ’46 al ’52 fu il simbolo di chi nella classifica finale del Giro impiegava più tempo ed arrivava ultimo. Fu poi tolta perché simbolo di tutto quello che non era lo sport e di tutto quello che è antisportivo: i corridori infatti cercavano di perdere tempo appositamente, anche nascondendosi, per raggiungere questo “ambito” premio.

Regione Umbria La regione risponde promettendo di avviare la vaccinazione della popolazione tra i 60 ed i 69 anni proprio il 19 maggio; giovedì 20 maggio, saranno aperte anche le pre-adesioni per la fascia di età 50-59 anni, per la quale si prevede di iniziare le vaccinazioni all’inizio del mese di giugno. Non è ancora chiaro chi sarà a vaccinare, l’accordo con medici di base e con le farmacie non si è ancora trovato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.