“In tela d’Imperatore”: Montecastrilli e la sua “Santa” nel nuovo libro di Mino Lorusso

333

Suor Maria Lanceata Morelli fra le protagoniste del nuovo libro di Mino Lorusso dedicato alle figure di tre mistiche

MONTECASTRILLI – 15 marzo 2022 – Montecastrilli e la sua storia tornano ad essere al centro di una narrazione e in questo caso si tratta del nuovo libro del giornalista Mino Lorusso (attuale presidente dell’O.D.G. Umbro) dal titolo “In tela d’Imperatore”, edito da Oltre Edizioni della collana Edeia e disponibile dallo scorso 3 settembre 2021 (sotto la copertina). All’interno del libro si vanno ad analizzare le figure di tre importanti mistiche religiose umbre del 1700: Santa Suor Veronica Giuliani di Città Di Castello, Suor Chiara Isabella Fornari di Todi e Suor Maria Lanceata Morelli del Convento della Clarisse di Montecastrilli, figura, quest’ultima già al centro delle attenzioni dello studioso Sergio Bini, il quale ha dedicato alla Serva di Dio il libro “Suor Maria Lanceata Morelli di Montecastrilli – Una vita santa tra umiltà e ubbidienza”, uscito nel dicembre del 2015 per l’Editrice Velar nella collana “Blu. Messaggeri d’amore”.

Mino Lorusso con una copia del suo libro

Chi era Suor Maria Lanceata Morelli, Serva Di Dio e Venerabile, nacque a Dunarobba il giorno dell’Epifania del 1704 con il nome di Maria Vittoria, figlia di Erasmo Morelli di Sismano e di Felicita Savelli Olivieri di Avigliano Umbro. Il 21 giugno 1717, all’età di 13 anni, entrò nel Monastero delle Cappuccine di Montecastrilli, divenendo suor Maria Lanceata il 21 gennaio 1720, giorno della sua professione di voto. Nel convento, fra gli altri, ebbe come padre confessore Giovanni Maria Crivelli della Compagnia di Gesù. Quest’ultimo è la figura che accomuna la venerabile alle altre due Suore la cui vita è analizzata dall’autore Mino Lorusso: Padre Crivelli, infatti, fu il Padre Confessore di tutte e tre. Il 10 agosto 1721 ebbe l’esperienza mistica della transverberazione, ovvero “la trafittura del cuore con un dardo o una lancia effettuata da parte di un angelo o di Cristo come segno di predilezione del Signore” (cfr. Treccani). Dopo una vita dedica alla fede ed anche alla istruzione, Suor Lanceata morì in Convento il 26 agosto del 1762. Due anni più tardi, il 18 settembre 1764, il suo corpo venne riesumato e venne verificato come non fosse stato toccato da alcun agente post-mortem e per questo quindi posto in una cassa dietro l’altare maggiore della Chiesa del monastero. Nel 1821 venne poi aperto il processo di beatificazione, ripreso solo nel 2002 dalla Diocesi di Orvieto Todi.

Il titolo È la figura del Padre Confessore Giovanni Maria Crivelli ad essere legata al titolo scelto da Lorusso per il suo libro: nell’elenco dei beni rinvenuti nella camera di Padre Crivelli al momento della sua morte, avvenuta a Tivoli il 26 settembre 1762, vi era, infatti, anche una Beata con Bambino del pittore Luigi Garzi dipinta “In tela d’Imperatore”, ovvero una grande tela avente originariamente le dimensioni di circa 130 x 90 centimetri. Per esattezza, la beata rappresentata nel quadro era Suor Lucia Broccardelli da Narni.

Un intreccio storico, culturale e religioso che merita certamente di essere approfondito con la lettura integrale del libro di Mino Lorusso.

Nicolò Sperandei

Castel dell’Aquila: presentato il libro “Alla ricerca della poesia”

906

Ottima riuscita per la conferenza di presentazione del libro di Francesco Gaglianò organizzata dal Circolo Culturale Don Vincenzo Luchetti

Castel dell’Aquila – 30 novembre 2021 – Il 29 Novembre 2021 alle ore 18:00 presso il Centro Pastorale si è tenuta la presentazione del libro “Alla ricerca della poesia” di Francesco Gaglianò. L’iniziativa a cura del Circolo Culturale Don Vincenzo Luchetti, in collaborazione con la Proloco e la Parrocchia ha avuto un’ottima riuscita.

Il presidente della Proloco Diego Fredro ha aperto la serata ringraziando tutti i presenti e il Dottor Gaglianò dando poi l’ appuntamento alle prossime iniziative in programma per il periodo natalizio.

Tanti i castellesi che hanno partecipato, ma anche persone dai paesi vicini, che sono intervenuti per ascoltare il loro ”caro medico” presentare il suo libro ambientato proprio a Castel dell’Aquila che parla del giovane medico calabrese che, appena laureato, parte dal suo paese per esercitare la professione di medico di famiglia nella verde regione dell’Umbria.

A moderare la presentazione Don Piero Grassi che ha sottolineato l’importanza della figura del medico di famiglia e del suo ruolo nella comunità. A seguire l’ intervento il professor Maccaglia ha messo in risalto il grande valore introspettivo dell’opera che risalta e avvalora la grande professionalità e sensibilità del dottor Gaglianò ,nel suo rapportarsi con la popolazione di Castel dell’Aquila. La Dottoressa Roberta Ricci ha letto alcuni brani del libro dove l’autore racconta che non è mai stato solo ma che ha sempre avuto la compagnia  di amici, pazienti, del parroco e di una donna misteriosa che, in penombra, è la vera protagonista.

Il dottor Gaglianò ha voluto ringraziare tutti i presenti ma in generale tutti i castellesi, in una comunità dove si è integrato perfettamente e alla quale è ancora fortemente legato. A conclusione della serata c’è stato il saluto del Sindaco di Montecastrilli Riccardo Aquilini.

Per chi fosse interessato all’acquisto, a breve si potranno trovare presso il bar tabacchi Angeluzzi Orietta alcune copie del libro.

Si ringraziano Proloco Castel dell’aquila e Claudia Sensini per foto e comunicato.

Montecastrilli, inaugurato il Parco della Sala Polivalente

409

A breve verrà inaugurata anche la Sala Polivalente stessa, ancora priva dei PC ma dotata ora degli arredi, consegnati stamane

MONTECASTRILLI – 2 ottobre 2021 – Alle ore 9 circa di stamane, dal sindaco Fabio Angelucci e dall’assessora con delega ai lavori pubblici Federica Ferrotti, è stato aperto al pubblico il nuovo giardino con annesso parco giochi della “Sala Polivalente Tenente Franco Petrucci”. Il giardino sarà per ora fruibile dalle 8 alle 19. Sempre stamani, con l’occasione dell’apertura, sono stati consegnati anche gli arredi della Sala. Mancano solo i PC, i quali verranno ordinati nei prossimi giorni.

Nicolò Sperandei (si ringrazia Lara Altobelli per la collaborazione)

Il parco visto dall'alto

Immagine 1 di 3

 

Acquasparta, battute finali per “Il Maggio dei Libri 2021”

294

Si avvia verso la fine la rassegna tutta acquaspartana dedicata alla microeditoria. Ultimi due incontri il 28 ed il 29 maggio

ACQUASPARTA – 27 maggio 2021 – Battute conclusive per “Il Maggio dei Libri 2021” ad Acquasparta, rassegna curata dall’Associazione Bottegart – Bottega Artigiana della Creatività e dei Diritti Umani e dalla sua microlibreria So’Stare. Un finale in assoluto crescendo con un autore che nelle giornate di venerdì 28 e sabato 29 presenterà al pubblico due suo lavori editoriali: il primo possiamo definirlo davvero “un piccolo best seller” uscito nel 2017, ma più volte ristampato e, in questo caso, nella versione ad “alta leggibilità”, mentre il secondo è arrivato in libreria soltanto lo scorso martedì 26 maggio, quindi è davvero il caso di dire “fresco di stampa”.

L’autore è Matteo Grimaldi, docente, giornalista e scrittore (ed oltre 90.000 follower sulle sue pagine social) che alle ore 18 di venerdì 28 maggio dialogherà con il pubblico presente sulle tematiche proposte da “La famiglia X”, Camelozampa editore.  “Michael ha 13 anni e ama la matematica, perché ha delle regole chiare. Di chiaro c’è ben poco nella sua vita, in cui, dopo l’arresto dei suoi genitori, irrompono assistenti sociali, un’anziana signora, l’affascinante e ribelle figlia del sindaco e infine i suoi genitori affidatari, una coppia di papà. Un romanzo sui tesori nascosti intorno a noi, nelle persone che incontriamo per caso e che diventeranno la nostra vita.

Sabato 29 maggio, ore 10.30 sarà la volta de “Il violino di Filo”, uscito per la famosissima casa editrice Giunti che Grimaldi presenterà per la prima volta proprio ad Acquasparta davanti ad una delegazione di studenti dell’Istituto Comprensivo di Acquasparta, partner della rassegna, oltre al pubblico che vorrà intervenire.

Filippo ha nove anni ma fa già parte dell’orchestra dell’istituto comprensivo musicale a cui sono ammessi solo gli alunni delle medie. Dopo aver superato le selezioni per far parte della compagine che parteciperà al concorso nazionale delle orchestre scolastiche, una lunga, terribile scossa di terremoto distrugge gran parte della città. Sarà la musica (insieme a una misteriosa ragazzina, a una zia senza paura e a una mucca abbandonata), a dare a lui e a tutti i ragazzi della scuola la forza per ricominciare.”

Gli incontri, coordinati e moderati da Fabiola Bernardini per Bottegart /So’Stare, si svolgeranno nel loggiato all’aperto di Palazzo Cesi ove sarà possibile gestire al meglio l’affluenza del pubblico nel pieno rispetto delle norme sanitarie vigentiProprio per questo gli organizzatori raccomandano la necessità di prenotare il proprio posto al link seguente pupx.it/pMzc1 al fine di sottoscrivere la propria presenza agli appuntamenti.

Si ringrazia l’Associazione Acqua, ente gestore di Palazzo Cesi, per la gentile concessione degli spazi.

Ulteriori informazioni Pagina Fb https://www.facebook.com/events/745099696168252/?ref=newsfeed o whatsapp al 349.3119761 / info@so-stare.com

Acquasparta, quinto e ultimo incontro su Dante

155

ACQUASPARTA – 26 maggio 2021 – Domani pomeriggio, alle ore 17, gli attori Beatrice Beltrani e Tommaso Bassetti terranno il quinto ed ultimo appuntamento del ciclo di videoconferenze organizzate dalla Unitre di Acquasparta, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale e l’Associazione Acqua. L’ultima videoconferenza avrà come titolo: “Tu pigliami a braccetto… l’ironico viaggio di Dante e Beatrice alla ricerca dell’Amore”.

Le modalità di partecipazione sono le consuete: gli iscritti Unitre riceveranno il link tramite il gruppo WhatsApp mentre gli esterni potranno richiederlo prima della conferenza all’indirizzo uni3.acquasparta@libero.it, ricevendolo poi dallo stesso indirizzo.

Nicolò Sperandei

Acquasparta, al via il “Maggio dei libri 2021”

390

ACQUASPARTA – 11 maggio 2021 – Mercoledì 12 maggio, nella preziosa cornice del loggiato superiore di Palazzo Cesi, si terrà l’incontro inaugurale del “Maggio dei Libri 2021” ad Acquasparta, organizzata e curata dall’Associazione BottegArt, Bottega Artigiana della Creatività e dei Diritti Umani, realtà di promozione socio culturale attiva sul territorio da circa un decennio.

Nata nel 2011 con l’obiettivo di sottolineare il valore sociale dei libri quale elemento chiave della crescita personale, culturale e civile, Il Maggio dei Libri è una campagna nazionale che invita a portare i libri e la lettura anche in contesti diversi da quelli tradizionali, per intercettare coloro che solitamente non leggono ma che possono essere incuriositi se stimolati nel modo giusto (https://www.ilmaggiodeilibri.it/cose-il-maggio-dei-libri/).

Sulla base dell’esperienza maturata con “So’Stare – Microeditoria del borgo consapevole”, l’Associazione BottegArt propone la realizzazione di un calendario di iniziative volte alla realizzazione degli obiettivi promossi dalla campagna nazionale, coinvolgendo le istituzioni, le scuole ed i cittadini portando la lettura nelle scuole, nelle piazze e negli spazi aperti di Palazzo Cesi per tutti di coloro che vogliano vivere un’esperienza importante attraverso la narrazione.

L’incontro di mercoledì è inserito all’interno di “Libri salvati” la rassegna di letture pubbliche di libri proibiti promosso da AIB, Associazione Italiana Biblioteche.

Alle ore 18, La Prof. Ilaria Giovannelli, docente di Psicologia dello Sviluppo dell’Università di Perugia si confronterà con il pubblico sul tema “Tanti colori. Tanta ricchezza. L’importanza degli studi di genere”.

Modera la Dott.ssa Fabiola Bernardini che per Bottegart ha curato il ricco palinsesto della rassegna acquaspartana.

A seguire, Lucia Baldassarri e Silvia Alcidi presenteranno il progetto editoriale “Comportati bene. Dieci storie brevi, a fumetti, per una lettura delle tematiche di genere”.

Ingresso solo su prenotazione al sito https://www.prenotaunposto.it/it/p/associazionebottegart/sostare-microeditoriadelborgoconsapevole/?UkHdf=c2VhcmNo o al numero 349/3119761 (tramite messaggio WhatsApp).

Amor… è il tema consegnatoci da Dante, ed utilizzato nella campagna nazionale del “Maggio”, che abbiamo voluto coniugare con la realizzazione di incontri, presentazioni, performance e dibattiti in cui l’Amore, meravigliosa complessità del genere umano, viene declinato, a seconda delle loro professionalità, da tutti gli ospiti del cartellone che si alternerà tra appuntamenti per il pubblico e altri riservati alla scuola, dall’infanzia alla secondaria di primo grado, con la presenza di scrittori, narratori, performer, giornalisti e docenti e si concluderà il prossimo 29 maggio con un’anteprima per l’Umbria: Matteo Grimaldi presenterà il suo ultimo lavoro, edito da Giunti ed in prima uscita il 26 maggio.

La rassegna è, ancora una volta, ad ingresso libero ed autofinanziata. Si ringrazia l’Istituto Comprensivo di Acquasparta per il contributo a sostegno delle proposte per la scuola, il Comune di Acquasparta per il patrocinio intellettuale e l’Associazione Acqua per l’utilizzo di Palazzo Cesi.

Pagina Facebook BottegArt, So’Stare – Microeditoria del borgo consapevole
www.so-stare.com / info@so-stare.com

(Comunicato Stampa So’Stare – Microeditoria del borgo consapevole)