San Gemini­-Acquasparta, staffetta della pace

115

Oltre 700 studenti daranno vita domani alla prima edizione della giornata dedicata alla pacifica convivenza fra i popoli

ACQUASPARTA – 29 aprile 2022 – Dalla marcia della pace Perugia-Assisi alla staffetta della pace San Gemini-Acquasparta. Da domenica 24 aprile a sabato 30. In trentamila il 24 e in tremila il 30, per dire no alla guerra. La “Via Crucis” a sostegno della popolazione ucraina prosegue: entra nell’Istituto comprensivo di Acquasparta-San Gemini dando vita alla prima edizione della “Giornata dedicata alla pacifica convivenza fra i popoli”, coinvolgendo 750 studenti e altrettante famiglie.

«Una giornata straordinaria – annuncia il sindaco di Acquasparta, Giovanni Montani – che unisce due territori». Partendo da una idea della dirigente scolastica Cinzia Meatta, che fin dall’inizio della guerra Russa-Ucraina ha manifestato particolare attenzione nei confronti della vittime del conflitto, si è sentita l’esigenza di organizzare una manifestazione partendo dal basso: dalle bambine e dai bambini.

«Una iniziativa capace di far uscire dalle aule scolastiche – spiega Cinzia Meatta – la voce delle studentesse e degli studenti, che, da sempre attivi nella promozione della pace (la scuola fa parte della Rete Nazionale delle Scuole per la Pace, ndr), negli ultimi mesi hanno incrementato il loro impegno per l’educazione alla pace».

«L’obiettivo – interviene Sara Marcucci, assessora alla scuola del Comune di Acquasparta – è quello di condividere con le famiglie ed il territorio non solo speranze, ma azioni e gesti concreti in favore della fratellanza e del dialogo tra i popoli, così da creare una vera e propria rete di energie positive e propulsive permanente». Il clou della giornata sarà la staffetta podistica che impegnerà gli sportivi dell’associazione Runners di San Gemini. «I corridori – spiega il sindaco di San Gemini, Luciano Clementella – partiranno contemporaneamente, in due gruppi distinti, dalle piazze dei centri, dove riceveranno dalle mani degli alunni una fiaccola, una bandiera della pace ed un messaggio di speranza da recapitare ai compagni degli altri plessi, percorreranno i 10 chilometri che separano i due comuni in un simbolico “venirsi incontro”».

Ed esattamente nel posto in cui i partecipanti si incroceranno, presso le Fonti di San Gemini, verrà piantato un alberello di ulivo. Che nell’intendimento dei ragazzi rappresenterà un punto di riferimento per tutti coloro che anche in futuro vorranno manifestare il proprio impegno attivo per la pace. Semplicemente occupandosi di innaffiare e far crescere quell’ulivo. «La data scelta per l’evento – sottolinea l’assessora Marcucci – non è casuale, infatti si tratta dell’ultimo giorno della settimana civica che moltissime scuole italiane da alcuni anni dedicano al tema della “cura”, e che quest’anno si è aperta con la marcia straordinaria della pace Perugia Assisi del 24 Aprile. Le bambine e i bambini della scuola dell’infanzia, le alunne e gli alunni delle scuole primarie, le studentesse e gli studenti delle secondarie, nelle diverse location loro assegnate, presenteranno ai partecipanti performance di genere artistico, musicale, letterario e teatrale, che sono il frutto del lavoro svolto nel corso di questo difficile periodo in cui assistiamo a una guerra nel cuore dell’Europa. Ma con l’intendimento di non dimenticare tutte le guerre, specie quelle che coinvolgono gli “ultimi” della Terra».

(Fonte: Messaggero Umbria)

Il programma di domani

Ad Acquasparta una giornata per la Pace

81

ACQUASPARTA – 27 aprile 2022 – L’istituto comprensivo di Acquasparta e i Comuni di Acquasparta e San Gemini organizzano per il 30 aprile la “Giornata dedicata alla pacifica convivenza tra i popoli”. La manifestazione coinvolgerà centinaia di studenti e studentesse, Comuni e associazioni, con eventi, spettacoli, laboratori, mostre e la corsa per la pace, una staffetta a cui parteciperanno i podisti della Runners San Gemini i quali partiranno da San Gemini per portare un messaggio di pace degli studenti ai coetanei di Acquasparta. L’iniziativa verrà presentata domani, alle 11, nella sala consiliare della Provincia (Palazzo Bazzani).

(Fonte: Corriere Dell’Umbria)

Acquasparta, raccolti 5 mila chili di alimenti destinati alla popolazione ucraina

149

Raccolta svolta su iniziativa della delegazione Perugia-Terni dell’Ordine di Malta

ACQUASPARTA – Grande partecipazione e solidarietà per la raccolta porta a porta organizzata dalla delegazione Perugia-Terni dell’Ordine di Malta ad Acquasparta, sabato scorso 26 marzo. Oltre 5.000 kg di prodotti alimentari, prodotti per l’infanzia e per l’igiene della persona sono stati raccolti, impacchettati e preparati per essere portati, tramite l’Ordine, direttamente in Ucraina (fotografia di copertina). 

Più di cento persone, coordinate dalla Delegazione in collaborazione con l’Unità pastorale Santa Cecilia, le parrocchie di San Bartolomeo in Castel Todino e Santa Maria Assunta in Quadrelli, il Comune, la Pro Loco e le Associazioni per Acquasparta, si sono recati casa per casa a ritirare i generi di prima necessità messi da parte dai singoli e dalle famiglie per chi, in questo momento, poco lontano da noi, patisce gli orrori della guerra.

I membri, i volontari e le volontarie della delegazione con il gruppo “Angeli custodi”, sono stati aiutati da cinquanta persone della zona che hanno collaborato sia al volantinaggio per diffondere l’iniziativa che alla raccolta, e da oltre cinquanta ragazzi della parrocchia di Acquasparta che hanno aiutato a preparare e inscatolare i generi raccolti.

“Come dice Benedetto XVI – ha commentato don Alessandro Fortunati, cappellano di Delegazione e parroco di Acquasparta – un grande male si sconfigge con un piccolo bene”.

Due dei volontari coinvolti al lavoro

(Fonti: Corriere Dell’Umbria – Umbria On)

Avigliano e Montecastrilli uniti per la Pace in Ucraina

212

AVIGLIANO UMBRO/MONTECASTRILLI – 23 marzo 2022 – È in programma sabato 26 marzo ad Avigliano Umbro e Montecastrilli l’iniziativa “Tessiamo insieme la pace”. Alle ore 18, in contemporanea presso le piazze dei due comuni tutto il territorio sarà coinvolto in un grande rito di cittadinanza di comunità. I plessi scolastici stanno realizzando una staffetta di poesia che sarà scritta in un enorme telo bianco predisposto dalle sarte.

I bambini più piccoli potranno colorare la poesia con i loro disegni di pace, mentre tutto intorno le famiglie, le associazioni, gli enti, i cittadini potranno cucire tessere colorate dove avranno tessuto i loro impegni concreti per la pace. Si potranno ascoltare letture, musiche dal vivo suonate dalle bande delle scuole di musica locali, assistere a flash mob degli scout.

(Fonte: Messaggero Umbria)

Acquasparta, due giornate di raccolta di kit di farmaci

187

Previste per sabato 12 e domenica 13 marzo

ACQUASPARTA – 9 marzo 2022 – La comunità di Acquasparta aderisce alla raccolta di kit contenenti farmaci e materiale sanitario che sta portando avanti la Croce Rossa, in collaborazione con Federfarma. Così sabato 12 marzo, dalle 9 alle 17, in due posizioni situate in via Roma (gazebo vicino alla farmacia) e in corso Lincei, e domenica 13, dalle 9 alle 13, all’Infopoint davanti alla Pro Loco, verrà effettuata la raccolta.

Negli stessi giorni sarà possibile effettuare una donazione durante le sante messe oppure facendo un bonifico all’Iban messo a disposizione della parrocchia IT 29 O 01030 7251 0000000 587492 intestato a Parrocchia di SS Stefano e Cecilia in Acquasparta-Configni.

(Fonte: Corriere Dell’Umbria)

San Gemini, i bambini della scuola dell’infanzia donano alimenti e beni primari

216

I piccoli alunni sono stati poi accolti in piazza dal sindaco Luciano Clementella

SAN GEMINI – 9 marzo 2022 – Una raccolta di beni di prima necessità per la popolazione ucraina è stata compiuta lo scorso 7 marzo da parte dei bambini di San Gemini, particolarmente colpiti, come tutti i loro coetanei del resto del mondo, da quanto sta avvenendo alle porte dell’Europa. Così la scuola dell’infanzia statale Gianni Rodari di San Gemini ha aderito alla raccolta di beni primari, attraverso una spesa solidale nei vari negozi alimentari del paese che, gentilmente, hanno accolto bambini, insegnanti e personale Ata dell’ I.C. Acquasparta-San Gemini. In una grande scatola colorata, per esprimere vicinanza e solidarietà, sono stati inseriti alimenti a lunga conservazione che i bambini hanno acquistato.

Ad accoglierli in piazza il sindaco, Luciano Clementella, che con la sua presenza ha testimoniato la forza del grande gesto di tutti i bambini: l’aiuto è uno dei valori fondanti della scuola dell’infanzia. La scatola di alimenti è stata consegnata ai volontari della Protezione Civile di San Gemini.

(Fonte: Corriere Dell’Umbria)

La Croce Rossa Italiana per l’Ucraina

140

Alcune indicazioni della CRI per l’emergenza umanitaria derivante dalla guerra in Ucraina

AVIGLIANO UMBRO – 6 marzo 2022 – La Croce Rossa Italiana sin dall’inizio del conflitto in Ucraina si è coordinata con la Federazione Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa per capire al meglio di quali aiuti umanitari ci fosse bisogno. Il primo carico è partito il 1° Marzo dal Centro Operativo Emergenze della CRI di Avezzano, con un convoglio di quattro autoarticolati e due macchine leggere con dieci volontari e operatori a bordo. Il carico è composto da medicinali, generi alimentari, coperte e kit di primo soccorso.

Sempre nella giornata del 1° Marzo Croce Rossa Italiana si è coordinata con il Dipartimento di Protezione Civile, e sempre da Avezzano è partito un carico composto da 200 tende da campo per una capacità di 1.000 posti letto messe a disposizione proprio dal Dipartimento di Protezione Civile, che Croce Rossa Italiana consegnerà a Prochowice, in Polonia, punto di raccolta individuato dalla Commissione Europea come centro logistico per gli aiuti umanitari.

È stata anche attivata una raccolta fondi nazionale, raggiungibile dal link dona.cri.it/emergenzaucraina. Le donazioni in denaro sono molto importanti, sia per la loro fungibilità verso le reali necessità della popolazione, che per le difficoltà logistiche attuali, che potrebbero essere d’ostacolo all’aiuto concreto per sostenere le persone colpite dal conflitto. In questo momento è stata attivata una Raccolta Farmaci e Materiale Sanitario presso tutte le farmacie del territorio che aderiscono all’iniziativa. Le stesse Farmacie hanno a disposizione l’elenco del materiale richiesto. Allo stato attuale nessuna altra raccolta è stata avviata da Croce Rossa Italiana.

Si ricorda inoltre che tutti i soggetti provenienti dall’Ucraina dovranno essere sottoposti a tampone entro 48 ore dall’arrivo. Potranno recarsi in tutti i punti di drive trough nelle ore di apertura per eseguire il test. Per quanto riguarda le vaccinazioni Anti Covid-19 i Distretti garantiranno gli accessi diretti presso i PVT negli orari di apertura senza che vi sia alcuna prenotazione. Qualora ci siano difficoltà nel raggiungere i Drive e i Punti Vaccinali la CRI di Avigliano Umbro, per il proprio territorio di competenza, provvederà al trasporto a titolo gratuito. Per ogni ed eventuale chiarimento e/o informazioni contattare il numero dedicato: 0744/933849.

Montecastrilli, fiaccolata per la pace in Ucraina

174

MONTECASTRILLI – 3 marzo 2022 – Questa sera alle ore 21, con partenza dalla Piazza del Municipio, si terrà una fiaccolata per la Pace in segno di solidarietà e sostegno del del popolo Ucraino e per dire no alla guerra. Il percorso della fiaccolata terminerà presso il Torrione di Montecastrilli. L’evento è organizzato dall’amministrazione comunale di Montecastrilli.

Nicolò Sperandei

Avigliano Umbro e Montecastrilli: in classe si disegna l’arcobaleno

185

Nella foto di copertina i disegni realizzati dalla scuola primaria di Avigliano Umbro e Montecastrilli

AVIGLIANO UMBRO/MONTECASTRILLI – 25 febbraio 2022 – I bambini della scuola primaria di Avigliano Umbro e Montecastrilli chiedono la pace. Un messaggio che ieri, nel giorno in cui è arrivata la notizia dei primi bombardamenti russi sull’Ucraina, viene scandito ancora più forte. «Era il caso di spiegare – ha detto Luca Longhi, insegnante alla scuola di Avigliano- tentare di rispondere alle mille domande che aleggiavano nelle classi rispetto alla situazione attuale. Ne sono venute fuori a centinaia – precisa- diverse a seconda della classe in cui è stata affrontata la questione. Per esempio i bambini della prima e della seconda sono preoccupati per i loro coetanei ucraini.

Per l’impossibilità di andare a scuola domani, per la necessità di lasciare gli amici, i giochi, le loro case anche alla luce delle immagini trasmesse dai media proprio in queste ore. Mentre quelli più grandi, di quarta o di quinta, hanno fatto domande sulle motivazioni che hanno portato al conflitto, sulle relazioni fra i paesi. Alcune – ammette – rimaste anche in sospeso alla luce del rapido e imprevedibile susseguirsi degli eventi». Quello che ne è venuto fuori è un mondo, nonostante tutto, a colori, pieno d’amore, l’unica risposta possibile a una situazione ai loro occhi, e non solo, incomprensibile. Lo scrivono chiaro i bambini «vogliamo la pace, 24 febbraio 2022». Per questo gli aerei grigi, minacciosi, ci sono, ma piccoli. In primo piano scene di amicizia, di gioco, di fratellanza.

(Fonte: Messaggero Umbria)

Il professor Luca Longhi

Sismano, brillato ordigno bellico

327

AVIGLIANO UMBRO – 30 agosto 2021 – Il personale dell’Esercito Italiano con il Supporto dei Carabinieri di Montecastrilli e del Personale dei Sanitari della Croce Rossa Italiana ha fatto brillare nella mattina di oggi un ordigno bellico rinvenuto nel Comune di Avigliano Umbro. L’Ordigno è stato rinvenuto nella Frazione di Sismano durante le operazioni di pulizia di un fosso. Tutte le operazioni sono durate poco più di un’ora. L’operazione di brillamento è avvenuta in Località Ponte Le Tavole, sempre nella Frazione di Sismano.

Nicolò Sperandei (si ringrazia Matteo Sciarrini per la collaborazione)

L'ordigno

Immagine 1 di 2