Fai, giornate di autunno alla riscoperta dei borghi

293

Avigliano Umbro e le frazioni di Toscolano e Santa Restituta saranno le tre tappe dell’evento del Fondo Ambiente in programma sabato e domenica con visite guidate

AVIGLIANO UMBRO – 13 ottobre 2021 – Fine settimana d’autunno, sabato e domenica prossimi, per scoprire le bellezze segrete del ternano. Le giornate organizzate dal Fai quest’anno porteranno i visitatori all’interno del castello di Avigliano Umbro, offriranno l’opportunità di visitare Toscolano e Santa Restituta e di passeggiare, tra i borghi alla scoperta di boschi antichi. Sarà anche l’occasione per sostenere le attività portate avanti dal Fai; a questo riguardo gli organizzatori consigliano un contributo, non obbligatorio, di tre euro. La donazione on line (www.giornatefai.it) consentirà di prenotare la propria visita.

Ma cosa si potrà visitare il prossimo fine settimana? Sabato 16 e domenica 17 ottobre, dalle ore 10 alle 18 si andrà alla scoperta del paese di Avigliano Umbro, uno dei comuni più recenti della Regione, nato nel 1975 dopo essere stato per lungo tempo frazione di Montecastrilli, è costituito da un territorio collinare dall’ampia copertura boschiva e attraversato dall’antica via Amerina. Il luogo risulta abitato fin dall’antichità anche se la nascita di un primo insediamento viene fatta risalire all’epoca della conquista romana visto che qui confluiscono due importanti vie di comunicazione: la via Amerina e la via Ulpiana. Si scoprirà la storia del borgo e si potranno visitare la chiesa della SS. Trinità che conserva al suo interno un ciclo di affreschi attribuiti a Bartolomeo Barbiani, pittore cinquecentesco, la cappella della Madonna delle Grazie, Palazzo Vici, eccezionalmente aperto al pubblico, e il Teatro Comunale, piccolo gioiello architettonico in stile liberty.

Sabato 16 e domenica 17 ottobre, dalle ore 10 alle 18 si potrà visitare il borgo di Toscolano. Situato a pochi chilometri di distanza da Avigliano Umbro, dal paesino umbro si gode un vasto panorama sulla vallata e sui numerosi castagneti che lo circondano. Qui è possibile ammirare anche la chiesa della SS. Annunziata che sorge sulla strada: un’architettura rurale che ha inglobato una più antica edicola votiva con preziosi affreschi rinascimentali. L’albero di castagno caratterizza in modo peculiare questi luoghi, fin dal Medioevo, quando vennero impiantati dai monaci Benedettini, che ne tramandarono agli abitanti le tecniche di cura e potatura fino a divenire un elemento basilare per l’economia del territorio. Grazie alla collaborazione con le associazioni locali, in entrambi i borghi, ci saranno punti ristoro per la degustazione del prodotto tipico più significativo del territorio: la castagna. Inoltre la visita al borgo di Santa Restituta si animerà con piccoli mercati di antichi mestieri in spazi solitamente chiusi. Sabato 16, dalle ore 10 alle 13, e domenica 17 ottobre, dalle ore 9.30 alle 12.30, si potrà passeggiare tra i borghi di Toscolano e Santa Restituta, l’itinerario permetterà al visitatore di godere della bellezza paesaggistica del territorio, attraversando un ambiente caratterizzato da boschi di ornelli, aceri, e secolari castagneti.

(Fonte: Il Messaggero Umbria)