“Agricollina”, un boom di presenze ma anche di affari

267

Si è chiusa in maniera assai positiva la 54° edizione, la prima in Pandemia, della Mostra Mercato dedicata all’agricoltura

MONTECASTRILLI – 28 aprile 2022 – Un’edizione da record. Il parere degli addetti ai lavori sulla cinquantaquattresima edizione di Agricollina, la mostra mercato delle macchine agricole, zootecnia e animali da cortile, è unanime. Dal sindaco di Montecastrilli e presidente dell’associazione omonima Riccardo Aquilini agli espositori del settore, sono tutti concordi nel dire che così bene non era mai andata. Pubblico delle grandi occasioni all’inaugurazione, a cui ha partecipato anche l’assessore regionale Roberto Morroni, e poi addetti ai lavori, curiosi, famiglie che dal 23 al 25 aprile hanno affollato i sentieri fra gli stand contrattando, chiedendo, acquistando attrezzature agricole, prodotti enogastronomici, piccoli animali da cortile. A supportare l’impressione positiva generale, sono arrivati i numeri.

I dati raccolti a valle della manifestazione parlano chiaro. Oltre trentamila visitatori nel corso della tre giorni in cui, oltre alla mostra mercato, si sono svolti convegni, degustazioni dei prodotti enogastronomici locali, concorsi, uno su tutti la trentatreesima mostra del agricolo dimostrazioni di agriability, sull’utilizzo dell’escavatore in sicurezza, e passeggiate alla scoperta delle bellezze naturalistiche del territorio. «Cifre da grandi eventi – commenta sorridente Riccardo Aquilini – e c’è da tenere conto che domenica 24 aprile alle 16 praticamente siamo stati costretti a chiudere i battenti a causa di un violento temporale. Ringrazio tutti i volontari e le associazioni che come sempre hanno prestato la loro opera per la riuscita della manifestazione».

Un bilancio tutto in positivo anche per gli espositori, 170 solo quelli tecnici, circa 200 se si includono anche i ristoratori e quelli generici. «Come Consorzio Agrario dell’Umbria – ha detto Graziano Gualtieri, responsabile commerciale- abbiamo sempre partecipato alla fiera ma così bene non era mai andata. C’è stata una presenza di pubblico molto più importante rispetto al passato. Sarà stata l’attesa dopo i due anni di stop a causa della pandemia, sarà stato che per la prima volta dopo tanti anni intorno all’agricoltura c’è un atteggiamento diverso, di maggiore considerazione, quasi una riscoperta, e questo sicuramente per gli addetti al settore è un incoraggiamento anche ad investire. Fatto sta – precisa – che con un’edizione come questa, Agricollina entra a buon diritto come la terza fiera dell’agricoltura più importante dopo Verona e Bastia. Non solo. Come Corsorzio abbiamo anche concluso contratti importanti cosa che a Montecastrilli non era mai successa. Di solito la fiera è una vetrina, un’occasione per noi per mostrare e per i possibili acquirenti per farsi un’idea, avere un ventaglio di scelte ampio concentrato in un luogo. Invece stavolta, inaspettatamente, abbiamo venduto. Un trattore, una rotopressa e una barra falciante».

A fronte del successo della ripresa, gli organizzatori guardano già al futuro. «È presto per qualsiasi dettaglio – spiega il vice presidente Sergio Tamburini – quello che posso dire è che c’è l’idea di ampliare l’offerta della fiera ad alcuni settori come le macchine industriali, ma anche jeep, moto e biciclette per quello che riguarda l’ambito turistico».

(Fonte: Messaggero Umbria)

Acquasparta, torna la “Fiera di Primavera”

248

ACQUASPARTA – 11 marzo 2022 – Domani, 12 marzo, organizzata dal Comune di Acquasparta e da Campagna Amica, torna la “Fiera di Primavera” con le eccellenze agroalimentari, enogastronomiche e artigianali del territorio oltre alla presenza delle tradizionali bancarelle. La Fiera si terrà per tutta la giornata lungo Corso Lincei.

Nicolò Sperandei 

Acquasparta, al via l’8 dicembre “L’Antica Fiera Lincea di Natale”

504

Ritorno in presenza per l’evento natalizio che coinvolge il borgo di Acquasparta. Numerosi gli eventi previsti

ACQUASPARTA – 4 dicembre 2021 – Il giorno dell’Immacolata prenderà il via l'”Antica Fiera Lincea di Natale” 2021. Ad annunciarlo il Comune di Acquasparta con un posto sulla propria pagina Facebook.

“A breve il programma della festa” “La terza edizione de ‘L’Antica Fiera Lincea di Natale 2021’ – scrive il Comune – ha inizio l’8 Dicembre e proseguirà fino alla Befana e oltre. Anche quest’anno Acquasparta si colorerà di luci, che verranno montate dal 7 Dicembre in poi per tutte le strade del commercio e del centro, si riempirà di odori e profumi delle varie mercanzie del mercatino del Borgo con i prodotti locali e di eccellenza, sarà allietata dai suoni e i canti dei concerti di Natale per le vie del paese o nelle sale Lincee del Palazzo Ducale, per gli spettacoli nei vicoli, per le narrazioni fantasiose di attori che racconteranno le favole del Natale… Siamo contenti di poter presentare a breve il programma generale della festa, che si preannuncia veramente bello, per grandi e piccini”.

Contributori “Per questo motivo ringraziamo: la Fondazione Carit che con il suo contributo economico ha permesso la realizzazione di tutto questo, la Regione Umbria che ci ha accordato la sua collaborazione economica e realizzativa, le imprese private , i commercianti e l’azienda agricola Paparelli per l’allestimento in Piazza Cesi. Molti altri ringraziamenti ci sarebbero da fare ma li faremo tutti al termine della Fiera, come di consueto”.

Nicolò Sperandei

Avigliano Umbro, Fiera del 16 luglio… si poteva spostare?

404

La fiera odierna ad Avigliano Umbro ha creato un “piccolo caso” sulla scelta del luogo di effettuazione e sul blocco del transito

AVIGLIANO UMBRO – 16 luglio 2021 – “Mi incontra un turista e mi fa: ‘Ma stamattina gli amministratori erano distratti in Comune? So’ 4 bancarelle, non potevano spostarle in piazza senza chiudere tutto?’. Nulla da aggiungere. Serviva solo un po’ di sensibilità dell’amministrazione nello spostare gli stalli a fine paese visto che le bancarelle confermate erano 3, per non creare disagi e se non altro per rispetto dei commercianti in via Roma”. Il laconico post di Facebook, ma dritto al punto, appare stamane sulla bacheca del consigliere aviglianese di Aria Nuova Daniele Marcelli, con a corredo una foto abbastanza esplicativa (quella di copertina): Corso Roma totalmente sgombro da automobili e con in fondo, solitarie, alcune bancarelle (per l’esattezza quattro, appartenenti ai tre assegnatari).

Assegnazione Leggendo il documento che determinava l’assegnazione degli stalli dei banchi, si poteva notare già qualcosa di strano: le richieste da parte degli assegnatari risultavano solo tre. Un po’ pochine se si pensa che, tradizionalmente, la storica Fiera occupa tutta la superficie della via principale del centro storico aviglianese. Anche in questo caso Via Roma è stata chiusa al traffico, ma per soli quattro banchi e rendendo la vita un po’ più complicata ai commercianti del centro storico.

Le parole di Marcelli A dare una spiegazione a ciò che è accaduto è sempre lo stesso consigliere Marcelli, da noi raggiunto: “Trovo estremamente superficiale la gestione della fiera. Capisco che in mancanza di altre indicazioni gli uffici abbiano posizionato le bancarelle dove sono numerati gli stalli, ma non comprendo la mancanza di sensibilità da parte dell’amministrazione comunale. Le bancarelle che avevano confermato la propria partecipazione erano tre e logica avrebbe voluto che questa piccola fiera fosse spostata alla fine del paese senza creare disagi alla viabilità e soprattutto senza ‘eliminare’ temporaneamente tutti i parcheggi del paese creando problemi a tutti i commercianti di via Roma che sono ‘interdetti’ ai propri clienti”.

Nicolò Sperandei

Avigliano Umbro, torna la Fiera

204

AVIGLIANO UMBRO – 15 luglio 2021 – Domani, ad Avigliano Umbro torna a svolgersi la celebre fiera del 16 luglio, con orario dalle 7 alle 13. In questo lasso di tempo sarà quindi vietata la sosta e la circolazione su Corso Roma dall’incrocio con Viale Giacomo Matteotti all’incrocio con Via Madonna delle Grazie.

Nicolò Sperandei