Regione Umbria pronta ad acquistare il 100% dell’aeroporto di Perugia

122

Secondo quanto riportato ieri sul Corriere dell’Umbria online Regione Umbria, attraverso Sviluppumbria, è pronta ad acquisire fino al 100% delle quote della società SASE spa che gestisce l’aeroporto di Perugia S.Egidio se gli altri enti pubblici e privati soci si tireranno indietro di fronte al ripiano della perdita da 1,59 milioni di euro per il 2020 e alla ricapitalizzazione prevista dal piano industriale. Regione Umbria pronta a stanziare almeno 1,8 milioni.

La società Sviluppumbria, controllata dalla Regione, detiene già circa il 36% delle quote della SASE spa. “Con 1,8 milioni si prenderebbe anche il 9,16% delle quote di Unicredit, che avrebbe già dichiarato di voler uscire e il 5,54 di Confindustria. Si punta anche ad acquisire parte delle quote della Camera di Commercio, primo socio con il 37,74%: per vincoli normativi non potrà mantenere le quote attuali, hanno fatto già sapere dall’ente camerale. Stessa ipotesi per Ance (2,07%). Il Comune di Perugia, col 6,25% ha annunciato che parteciperà al ripiano ma è a rischio la ricapitalizzazione per problemi di bilancio.” riporta l’articolo.

Più volte Regione Umbria o il Comune di Perugia hanno ribadito l’importanza di un aeroporto con linee dirette verso capitali dell’Unione Europea e non, come Londra. Tuttavia già i bilanci pre-covid raccontavano di una forte difficoltà a non chiudere in perdita, con cifre molto vicine a quelle dell’anno appena trascorso. Sebbene nel 2017-2018 il trend sembrava cambia cambiato, nel 2019 SASE torna in rosso e comunica un risultato negativo pari a Euro 215.647.