Spoleto, “Serve un commissario straordinario per la Tre Valli”

Spoleto, “Serve un commissario straordinario per la Tre Valli”

121

L’opposizione: “Occasione storica e irripetibile per rimuovere l’isolamento che ha pregiudicato lo sviluppo del nostro territorio”

SPOLETO – 3 marzo 2022 – “Il sindaco si attivi affinché il ministero delle Infrastrutture nomini un commissario straordinario anche per il completamento della strada Tre Valli”. Rinnovano il pressing, già condiviso all’unanimità nell’ultima seduta del consiglio comunale, i consiglieri di opposizione Gianmarco Profili e Alessandra Dottarelli (Alleanza civica), Sergio Grifoni (Obiettivo comune), Alessandro Cretoni (Fratelli d’Italia) e Paolo Imbriani (Spoleto nel cuore, Lega e Cambiamo), che sui due cantieri attesi per terminare la statale hanno già ottenuto il via libera della maggioranza alla mozione presentata da Alleanza civica.

“Non possiamo e non dobbiamo fallire sul completamento della Tre Valli, perché – dicono i consiglieri – abbiamo di fronte un’occasione storica e irripetibile per rimuovere l’isolamento che sistematicamente ha pregiudicato il reale sviluppo del nostro territorio”. Sull’opera infrastrutturale che, se portata a termine collegherà la Valnerina e Spoleto con l’E45 all’altezza di Acquasparta, all’inizio di febbraio si è sbloccata l’impasse dell’autorizzazione del ministero della Transizione ecologica per i 4,4 chilometri del tratto Madonna di Baiano-Firenzuola già finanziato per oltre 80 milioni.

L’incognita per il completamento della Tre Valli resta il tratto finale per Acquasparta, segnato da una galleria su cui per ora sono stati stanziati, nell’ambito del cosiddetto Pnrr sisma, 7 milioni per la revisione del vecchio progetto. Qui, però, il rebus è rappresentato dai fondi per realizzare i 7 chilometri finali. 

(Fonte: Corriere Dell’Umbria)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.