Avigliano Umbro, dal consiglio: approvati variazione bilancio e varianti piano regolatore

Avigliano Umbro, dal consiglio: approvati variazione bilancio e varianti piano regolatore

277

Tutti approvati i punti all’ordine del giorno. L’unanimità è mancata solo sull’approvazione del verbale dello scorso consiglio

AVIGLIANO UMBRO – 28 luglio 2021 – Nella calura di fine luglio, nuovamente riunito il consiglio comunale di Avigliano Umbro per la discussione dei cinque punto all’ordine del giorno. Tutti presenti i consiglieri. In collegamento “da casa”, due dei tre di Aria Nuova, Marcelli e Pelini.

Approvazione verbale La seduta è come di consueto iniziata con l’approvazione del verbale della seduta precedente (30 giugno). Astenuti Mecarelli e Pelini in quanto non presenti alla scorsa seduta di consiglio. Favorevoli tutti gli altri consiglieri.

Bilancio di previsione Qui è intervenuto l’assessore Gentili: “Non vi sarebbe stata la necessità di variare il bilancio, in quanto abbiamo verificato il permanere degli equilibri dello stesso. Abbiamo voluto comunque procedere con un assestamento e con un utilizzo di parte dell’avanzo di bilancio. Gli interventi sono stati i seguenti: spese straordinarie di trasloco dei cani randagi dal canile di Acquasparta a quello Narni, 2.000 € per il rinnovo del servizio di trasporto disabili da parte dell’AUSER, 16.000 € per interventi di manutenzione straordinaria fra i quali le strade, sia strade bianche sia l’asfaltatura di due piccoli tratti del comune, 16.000 € per la messa in sicurezza di un edificio di Sismano. In questo caso è un primo importo per l’inizio dei lavori, ma la somma non sarà di per sé sufficiente. Sono poi state inserite variazioni per il rifacimento della segnaletica orizzontale e verticale, per la manutenzione dei mezzi a disposizione del comune e per l’acquisto di un nuovo trattorino tagliaerba. Concludo ritornando sul raggiungimento del permanere degli equilibri, il quale dimostra quindi che il bilancio di previsione era stato ben redatto”. La palla è passata a quindi Marcelli: “A mio parere per alcuni interventi questa variazione di bilancio non avrebbe dovuto essere prevista, in quanto essi dovevano già essere inseriti nel bilancio di previsione, come lo spostamento dei cani e la messa in sicurezza dell’edificio di Sismano. Chiedo poi di sapere quali sono le strade che verranno asfaltate. Come opposizione, comunque, non ci riteniamo contrari a questa variazione di bilancio”. È poi seguito l’intervento di Cesare Mecarelli: “Per la messa in sicurezza dell’edificio di Sismano, ritengo che vada fatto un progetto più organico ed a lungo termine, invece di continui lavori di ristrutturazione. Ritengo poi l’acquisto del tagliaerba una spesa superflua”. Ai vari rimpalli è poi seguita la votazione: tutti favorevoli all’approvazione dell’atto e della sua immediata eseguibilità.

Variante piano regolatore Ha preso quindi parola il vice-sindaco Roberto Pacifici, il quale ha esposto inizialmente una relazione inerente le varianti del nuovo piano regolatore del comune di Avigliano Umbro proposte dai cittadini, le quali comprendono anche vari cambi delle destinazioni d’uso di alcune zone del comune. È poi intervenuto l’architetto responsabile del progetto. Il sindaco Conti, prima della votazione, ha tenuto a precisare che i consigliere coinvolti in termini di parentela con i cittadini richiedenti le varianti del piano regolatore sarebbero dovuti uscire al momento del voto, ciò per conflitto di interessi. Il consigliere Morelli ha posto poi una domanda in merito alla variante numero 3 del capoluogo comunale. Dalla relazione dell’architetto è emerso anche che tre delle varianti pervenute dei cittadini non sono state approvate da Regione Umbria. Al momento del voto è sorta una piccola confusione su quali fossero i consiglieri che non potessero partecipare al voto per conflitto di interessi. Essi sono poi risultati quattro: Cricchi, Gentili, Melari e Pelini. Gli altri consiglieri hanno approvato all’unanimità sia il punto 3) (parte strutturale) che il 4) (parte operativa) e la loro immediata eseguibilità.

Cessione di area privata A far da relatore all’ultimo punto all’ordine del giorno è stato il sindaco Luciano Conti. Diverso tempo fa, un cittadino aviglianese ha proposto la cessione a titolo gratuito di una sua area confinante con un’area di proprietà comunale. Per non rinviare tale richiesta alla nuova amministrazione, si è deciso di discuterne in questo consiglio, sebbene essa fosse stata per l’appunto segnalata da tempo. Essendo questo un problema generalizzato in tutto il territorio comunale, il sindaco Conti ha quindi proposto una ricognizione generale di tutta l’area comunale per poter studiare le varie situazioni presenti e poter quindi prendere una decisione univoca per tutti i casi. Il sindaco Conti ha poi proposto il rinvio del punto sino all’effettuazione di tale studio. È seguita un discussione fra i consiglieri Marcelli e Mecarelli sulla interpretazione delle norme dirimenti tali questioni. Marcelli sosteneva infatti che andrebbe studiato ogni singolo caso per poi prendere una decisione su di esso, mentre Mecarelli ha ribattuto dicendo che a suo parere sono sufficienti le regole già presenti. Piccola provocazione di Marcelli, il quale ha chiesto a Mecarelli se sulla questione si sentisse particolarmente “tirato in causa”. Marcelli ha poi tenuto a precisare che esistono sì delle regole generali in merito alla gestione di tali aree, ma che in molti casi i politici le adattano ad alcune specifiche esigenze. Alla fine, il rinvio del punto è stato approvato all’unanimità, sperando che non se ne debba occupare la prossima amministrazione.

Nicolò Sperandei

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.