Amministrative 2021 – Silenzio Cantatore

Amministrative 2021 – Silenzio Cantatore

712

Nulla trapela dai diretti interessati. Tutto tace. Forse i giochi sono stati già scritti ai tavoli programmatici del territorio?

AVIGLIANO UMBRO/MONTECASTRILLI – 25 agosto 2021 – È quasi superfluo ricordare che in due dei quattro comuni delle Terre Arnolfe il 3 ed 4 ottobre avverranno le elezioni di rinnovo diretto del sindaco e del consiglio comunale. Trattasi di Avigliano Umbro e Montecastrilli. E a livello di “chiacchiera politica” nelle grandi piazze dei due comuni si sente un grande silenzio, un “silenzio cantatore” di ciò che avverrà alle ore 12 di sabato 4 settembre, termine ultimo per la presentazione delle liste elettorali.

Avigliano Umbro L’amministrazione comunale Aviglianese 2016/2021 è stata guidata da Luciano Conti, al suo primo mandato e quindi fattibile di nuova candidatura, anche se da lui non sono per ora trapelate informazioni in merito. Sarà forse probabile ritrovare a lui contrapposto l’avversario di cinque anni fa Daniele Marcelli, allora candidato sindaco più giovane d’Italia. Il consigliere di minoranza ha infatti alcuni giorni fa lanciato un sondaggio all’interno di una sua Instagram Stories, chiedendo ai suoi follower un parere in merito ad un sua probabile ricandidatura. Da sottolineare come, durante le ultime fasi della sindacatura di Conti, ad Avigliano Umbro maggioranza e minoranza sino andate sempre più d’accordo sino a quasi appianare del tutto i reciproci dissapori, ciò per favorire l’amministrazione del comune specialmente nel periodo di pandemia. Una scelta che Marcelli ha spesso sottolineato, ovvero quella di approvare atti della maggioranza se ritenuti idonei e corretti. Rimane una domanda sola: ci sarà una possibile terza via?

Montecastrilli “Che confusione!” Qui però, a differenza della canzone dei Ricchi & Poveri, non si ama nessuno. Il comune di Montecastrilli esce dal secondo mandato di Fabio Angelucci, sindaco quindi dal 2011 e non ricandidabile. Si prospetta quindi una amministrazione totalmente nuova, anche se non è escluso che possano presentarsi alcune facce già viste. Una no di certo, la consigliera comunale Sabina Accorroni, che lo ha ben spiegato qui. La seconda sindacatura Angelucci non è di certo stata semplice come il mandato 2011/2016 ed ha visto dei grandi momenti di crisi come la protesta dei cittadini montecastrillesi del 21 maggio 2018 per l’aumento delle tariffe della TARI e l’estromissione di Riccardo Aquilini dal gruppo di assessori in data 13 febbraio 2019, con sua seguente conferenza stampa il 2 marzo successivo. Qui però la minoranza non ha aiutato e sia Sabina Accorroni (Lega) sia Marta Bettelli, Emanuele Capradossi e Maria Augusta Mancini (Montecastrilli Siamo Noi) non hanno mancato, sino alla fine del loro mandato, di esporre le proprie critiche alla maggioranza, con la prima, la Accorroni, spesso o sempre presente sul punto riguardante le questioni rifiuti e bilancio. Il sottoscritto sente parlare di riunioni continue, di probabili sindaci già fatti fuori e addirittura della presentazione di sette liste con relativi sette candidati sindaco. Ciò che però mi guida è sempre la realtà dei fatti che arriverà solo il 4 settembre alle ore 12. Questa realtà verrà presentata prima in pubblica piazza social o solo ai tavoli programmatici montecastrillesi? Se venisse scelta la seconda opzione, beh, buon aperitivo a tutti!

Nicolò Sperandei

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.