Acquasparta, evade dai domiciliari e finisce in carcere

Acquasparta, evade dai domiciliari e finisce in carcere

421

Il 38enne di Acquasparta, una volta arrestato, è stato successivamente condotto a Terni nell’istituto di pena di Vocabolo Sabbione

ACQUASPARTA – 29 marzo 2022 – È stato arrestato di nuovo il 38enne di Acquasparta che aveva staccato la corrente elettrica all’abitazione dove la sua ex vive con la madre. L’uomo era stato arrestato in flagranza di reato dai carabinieri mentre si trovava ancora nel cortile condominiale della ex compagna a Terni. Il giudice l’aveva quindi posto ai domiciliari nella sua casa di Acquasparta in attesa del processo per direttissima. Ma il 38enne non ha resistito alla tentazione di uscire per andare a farsi una passeggiata per le vie del paese. E, per sua sfortuna, si è imbattuto in una pattuglia dei carabinieri della locale stazione che stava effettuando un servizio di controllo.

I militari, coordinati dal comandante Domenico Bellacicco, l’hanno subito riconosciuto e non se la sono fatti scappare. L’uomo ha provato a fuggire, ma dopo un breve inseguimento i carabinieri di Acquasparta l’hanno acciuffato. L’uomo è stato quindi accusato anche del reato di evasione dagli arresti domiciliari e stavolta il giudice ha disposto l’aggravamento della misura cautelare, disponendone il trasferimento nel carcere di vocabolo Sabbione.

(Fonte: Corriere Dell’Umbria)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.